Entra col tuo username e password o registrati se sei nuovo.

Benvenuto )O(

I nostri prossimi eventi

Non ci sono eventi futuri

Affiliazione

Imbolc

Rituale di Imbolc 

 

Decorate l'altare con candele, fiorellini bianchi (bucaneve se possibile), simboli degli elementi, del Dio e della Dea. E' consigliato vestire di bianco durante questo rituale e decorare il luogo con molte candele per simboleggiare la luce di Imbolc.

 

Giriamo in senso orario per 3 volte

 

Invochiamo te o grande cerchio di potere,

in modo che tu unisca il mondo degli uomini e quello degli spiriti,

Perché tu sia un luogo di incontro

perfetto di amore,fiducia, pace e gioia,

ma anche contenitore del potere.

Invoco il guardiano dell' Est che conserva i poteri dell'aria e dell'intelletto

Invoco il guardiano del Sud che conserva i poteri del fuoco e della passione

Invoco il guardiano dell'Ovest che conserva i poteri dell'acqua e dell'amore

Invoco il guardiano del Nord che conserva i poteri della terra e della saggezza

 

Perché ci assistano nella consacrazione.

Nel nome del Signore e della Signora,

Ti evochiamo, o grande cerchio di potere.

Così sopra così sotto il cerchio è stato tracciato

Lettura:

Ai tempi dei celti, prima del cristianesimo la Dea Brigit era adorata in tutta Europa. Dea del fuoco, della guarigione , colei che ispirava i fabbri. Era una Dea trina, con tre aspetti, ognuno legato al fuoco

 " fuoco nella fucina che da forma e tempra

fuoco nel calderone che nutre e guarisce

fuoco nella testa che incita e ispira"

Brigit era la figlia del Dio celtico Dagda. Proteggeva le donne durante il parto e molto donne incinte pregavano questa Dea. Un'antica usanza celtica per le donne gravide era quella di pregare presso una fonte la Dea Brigit e accendere un fuoco per lei. Molte sorgenti in Irlanda sono ancora sacre a brigit. La festa di Brigit è il 1 febbraio chiamata anche Imbolc o successivamente Candelora dai cristiani. E' uno degli 8 sabbat del sole. Imbolc è una festa della fertilità, celebra la lattazione delle pecore e la nascita del bestiame, del cui benessere Brigit si occupava in modo particolare.

Nel giorno della sua celebrazione Brigit veniva rappresentata da una bambola e ragazze vestite di bianco portavano questo bambole (chiamate anche bambole del grano) fatte di granturco. Si donava del cibo alla bambola che rappresentava la Dea, per ricevere la sua benedizione,  per un'estate piena di abbondanza. 

Un'usanza di Imbolc è quella di svolgere le pulizie di primavera. La casa viene pulita da cima a fondo e le donne chiamano la Dea per darle il benvenuto. La donna più anziana, che rappresenta la Dea nel suo aspetto di anziana, spegne il fuoco nel camino, dopodichè questultimo verrà pulito. La donna più giovane, che rappresenta la Dea fanciulla entra in casa con una candela accesa in onore di Brigit. La ragazza è tradizionalmente vestita di bianco con una corona di candele in capo. E' la ragazza che riaccende quindi il camino, celebrando la Dea nel suo aspetto di fanciulla, per celebrare la primavera che sta arrivando e rinnovare tutto ciò che è vecchio.

 

Si prende una candela bianca a testa (consigliate tealight o candeline da incantesimi) la si accende e si cammina 3 volte in cenrchio con la candela accesa dicendo questa frase tutti insieme:

“Accendo la fiamma di Brigit per illuminare il cammino della mia vita”.

posiamo la candela dietro la nostra testa e ci sdraiamo per la meditazione

 

MEDITAZIONE DI IMBOLC

 

prendiamo la candela da dietro la nostra testa e la spegnamo dicendo:

“Spengo la fiamma di Brigit per farla vivere in me”

Ringrazio il guardiano dell' Est che conserva i poteri dell'aria e dell'intelletto

Ringrazio il guardiano del Sud che conserva i poteri del fuoco e della passione

Ringrazio il guardiano dell'Ovest che conserva i poteri dell'acqua e dell'amore

Ringrazio il guardiano del Nord che conserva i poteri della terra e della saggezza

 

 

Per averci assistito nella consacrazione.

Nel nome del Signore e della Signora,

felici ci incontriamo, felici ci lasciamo, felici ci rincontreremo,

Questo cerchio è aperto, mai spezzato

 

Luna e Stelle Copyright © 1998-2016. All Rights Reserved.

info@lunaestelle.net